Commenti da Facebook

La seconda tappa del Mondiale di Motocross, in Indonesia, è stata condizionata fortemente dal maltempo. Fortissimi acquazzoni hanno reso il tracciato di Pangkal Pinang una trappola di fango. La giornata di sabato, che comportava le qualifiche per le gare di Domenica, è stata annullata quasi per intero. Lo schieramento dei piloti è stato deciso con i tempi delle prove libere.

Gara1: Il terreno peggiora con il passare dei giri e molti piloti rimangono intrappolati nel fango. Resiste Shaun Simpson che si aggiudica il primo posto. Secondo Glenn Coldenhoff seguito da Clement Desalle. Tony Cairoli quarto, ma nonostante ciò resta al comando della classifica generale.

Non c’è nessuna Gara2: la FIM ha deciso per l’annullamento della seconda manche per il terreno ormai diventato impraticabile e poco sicuro per i piloti.

Ecco come ha commentato Antonio Cairoli: “E’ un peccato che il meteo non abbia dato tregua, perché la pista poteva essere bella ed un pubblico così numeroso e caloroso avrebbe meritato uno spettacolo diverso. In gara non sono partito al massimo, nel primo giro ero più che altro attento a dove mettevo le ruote, cercando di evitare i canali più profondi e le trappole createsi con il fango. Questo mi è costato diverse posizioni, ma trovando il ritmo giusto, grazie a sorpassi ed anche ritiri, sono riuscito a rimontare fino al 4° posto finale, un risultato sicuramente positivo in ottica campionato”.

Il prossimo appuntamento al 19 Marzo sul tracciato di Neuquen, in Argentina.

Commenti da Facebook

23