Commenti da Facebook

Motomondiale 2017. Ecco il nuovo regolamento, le squadre ed il calendario.

Regolamento 2017

Il regolamento è stato ormai definito, dopo una nuova riunione della Grand Prix Commission. Gli argomenti trattati sono stati per lo più dedicati alla sicurezza, ed agli aspetti tecnici, discutendo molto per quanto riguarda l’areodinamica. È stato annunciato che tutte le appendici aerodinamiche (le “alette” laterali tanto discusse) sono state vietate per il 2017 in tutte le classi.

winglet-ducati

Per evitare che la parte anteriore della carenatura sia alare, con imprevedibili conseguenze sulla sicurezza, questa parte di moto non può avare sporgenze superiori a 150 mm oltre una linea verticale passante la perno della ruota anteriore.

Oltre a ciò proposito di sicurezza, la Federazione ha deciso di rendere obbligatori a partire dal 2018, l’utilizzo di tute con airbag integrato.

airbag_moto-300x187

Un’altra novità, ai fini di ridurre i costi, riguarda un limite massimo nel numero di aggiornamenti che un produttore potrà fare per la progettazione della carenatura durante un’intera stagione. I progetti iniziali saranno controllati e omologati dal Direttore Tecnico al primo GP dell’anno. Da quel momento in poi sarà consentito un solo aggiornamento in tutto il campionato. La limitazione si applica per pilota e non per scuderia.

Il calendario 2017 (Provvisorio)

La MotoGP 2017 prenderà il via il 26 Marzo in Qatar con la gara notturna, per terminare il 12 Novembre a Valencia come ultima tappa.

26 marzo: Losail (Qatar)
09 aprile: Termas de Rio Hondo (Argentina)
23 aprile: Austin (USA)
07 maggio: Jerez (Spagna)
21 maggio: Le Mans (Francia)
04 giugno: Mugello (Italia)
11 giugno: Montmelò (Catalogna)
25 giugno: Assen (Olanda)
16 luglio: Sachsenring (Germania)
06 agosto: Brno (Repubblica Ceca)
13 agosto: Red Bull Ring (Austria)
27 agosto: Silverstone (Regno Unito)
10 settembre: Misano (San Marino)
24 settembre: MotorLand Aragon (Aragona)
15 ottobre: Motegi (Giappone)
22 ottobre: Phillip Island (Australia)
29 ottobre: Sepang (Malesia)
12 novembre: Valencia (Comunitat Valenciana)

Le squadre del 2017

Tanti cambiamenti, sia per i piloti che per i team. A cominciare dal debutto della KTM in MotoGP: un accordo che durerà per 5 anni, fino al 2021. La casa austriaca ha provato la RC16 sul tracciato di Valencia, in sella Mika Kallio e Randy De Puniet. I piloti per la prossima stagione saranno Bradley Smith e Pol Espargaro.

081516-ktm-rc16-motogp-150392_mika-kallio-_-alex-hofmann-spielberg-2016

Lorenzo lascia Yamaha e abbraccia Ducati, Iannone invece è pronto a raccogliere le sfida della Suzuki, mentre Maverick Vinales ha firmato con Yamaha per il prossimo biennio e sarà il compagno di squadra di Valentino Rossi.

Team ufficiali

  • Honda Repsol, Honda RC213V: Marc Marquez (93) e Daniel Pedrosa (26).
  • Yamaha Movistar, Yamaha YZR M1: Valentino Rossi (46), Maverick Vinales (25).
  • Ducati Corse, Ducati Desmosedici GP17: Jorge Lorenzo (99), Andrea Dovizioso (04).
  • Suzuki ECSTAR, Suzuki GSX-RR: Andrea Iannone (29), Alex Rins (40).
  • Aprilia Gresini, Aprilia RS-GP: Sam Lowes (22), Aleix Espargarò (da confermare).
  • KTM Red Bull Racing, KTM RC16: Bradley Smith (38), Pol Espargarò (44).

Team satelliti

  • Yamaha Monster Tech3, Yamaha YZR M1: Jonas Folger (94), Johann Zarco (5).
  • Marc VDS Racing, Honda RC213V: Jack Miller (43) e Tito Rabat (53).
  • Pramac Ducati, Ducati Desmosedici GP16: Scott Redding (45), Danilo Petrucci (da confermare).
  • Aspar Ducati Racing, Ducati Desmosedici GP15: Alvaro Bautista (19), Karel Abraham (17).
  • Avintia Ducati Racing, Ducati Desmosedici GP15: Hector Barbera (8), Loris Baz (76).
  • LCR Honda, Honda RC213V: Cal Crutchlow (35).

Commenti da Facebook

280