Commenti da Facebook

La Casa Austriaca KTM per questo EICMA 2016 ha presentato numerose novità. Tanti i cambiamenti per la gamma Duke e per la gamma Adventure. Andiamole a scoprire!

1290 SUPER DUKE

img_7676

La maxinaked di Mattighofen si presenta con stile più rinnovato. Il bicilindrico da 1.301 cc, omologato Euro 4, cresce ancora di potenza, arrivando a toccare i 177 CV grazie alle valvole di aspirazione in titanio più corte di 10 mm, e del nuovo profilo della camera di combustione, che porta il rapporto di compressione a 13,6:1. Cambia anche la ciclistica, la forcella WP da 48 mm, completamente regolabile, ha molle più dure per migliorare la guida sportiva e anche il monoammortizzatore WP è dotato di una molla più dura. Per garantire più stabilità in accelerazione, è presente un ammortizzatore di sterzo marchiato WP. L’impianto frenante Brembo, con pinze anteriore radiali monoblocco affiancate dall’ABS Bosch con funzione Cornering. Nuovo il faro a LED, sdoppiato con le luci di posizioni che fanno fa contorno. Nuovi i fianchetti più appuntiti ed il codino. L’elettronica non manca: un moderno display TFT a colori permette di gestire le mappature motore, il controllo di trazione ed il controllo di stabilità. La Super Duke è dotata di cruise control. Un’altra chicca è la chiave a trasponder, che sostituisce la classica chiave di accensione. Sono presenti due pacchetti optional: Performance Pack: comprende il Motor Slip Regulation (MSR) per gestire al meglio l’aderenza, il cambio elettronico sia in accelerazione che in scalata e il “KTM My Ride”, per la connessione wireless degli smartphone e audio player. Track Pack: per i più pistaioli. Include una modalità aggiuntiva del motore, il settaggio del controllo di trazione, il launch control e permette di disattivare il controllo di impennata.

390 DUKE / 125 DUKE

Le piccole Duke sono ispirate al look aggressivo della sorella maggiore 1290 Super Duke R. I motori monocilindrici con contralbero antivibrazioni ora rispettano la normativa Euro 4.

img_7686

img_7699

390 Duke: Vanta di un serbatoio maggiorato che può contenere fino a 13,4 litri di benzina. Il gruppo ottico anteriore è a led. In dotazione un nuovo monitor TFT, che come optional può integrare il kit audio bluethooth per rispondere alle telefonate e ascoltare musica senza staccare le mani dal manubrio. La forcella anteriore con steli da 43 mm è più leggera ed è in dotazione un nuovo disco freno anteriore da 320 mm. Vanta anche della frizione antisaltellamento, leve regolabili e il sistema di acceleratore elettronico ride-by-wire.

duke-125-7

125 Duke: Il fanale anteriore riprende nelle forme quello della 1290, con linee più spigolose e luci a LED. Un nuovo monitor TFT come per la versione 390. La capacità del serbatoio passa da 11 a 13,4 litri. Il motore è lo stesso monocilindrico 4 tempi da 11 kW con 15 cv. Nuova la forcella anteriore WP con steli da 43 mm. Ridisegnata la sella.

790 DUKE

img_7631

KTM stupisce con un prototipo di naked, che potrebbe diventare il nuovo punto di riferimento della categoria. Il marchio di Mattighofen anticipa che la moto sarà equipaggiata con un’elettronica sofisticatissima e i migliori componenti ciclistici sviluppati da WP. Il telaio a traliccio in acciaio è estremamente compatto mentre al posteriore troviamo un leggero reggisella in alluminio. La 790 Duke sarà mossa da un bicilindrico parallelo ad altissime prestazioni, gli ingegneri austriaci si sono concentrati sulla maneggevolezza e sulla leggerezza. Il design riprende le linee delle altre moto della famiglia, ma sulla 790 le linee sono ancora più taglienti e aggressive.

Per tutte le novità della gamma Adventure: Clicca Qui

Commenti da Facebook

273